PLASTICHE RICICLABILI

plastiche riciclabili

Le tipologie di plastica riciclabile grazie alla raccolta differenziata sono 7. Ciascuna è identificata da un codice riportato anche sulla confezione del prodotto o dell’oggetto: PET, HDPE, PVC, LDPE, PP (polipropilene), PS (polistirene) e altri.

 

I primi due tipi sono quelli più facilmente riciclabili. Proprio per questo vengono utilizzati per la produzione di imballaggi per prodotti alimentari di largo consumo.

PET

Il PET (polietilene tereftalato) è una resina termoplastica adatta al contatto alimentare, facente parte della famiglia dei poliesteri. Si tratta di una materia sintetica appartenente alla famiglia dei poliesteri che viene realizzato con petrolio, gas naturale o materie prime vegetali.

 

Riciclabile al 100%, il PET non perde le sue proprietà fondamentali durante il processo di recupero e la si può così trasformare ripetutamente per la realizzazione di nuove bottiglie o  tantissimi altri prodotti o oggetti. Gli imballaggi di PET rispettano inoltre le severe condizioni igieniche imposte in ambito alimentare, cosmetico e farmacologico. Il PET trova impiego principalmente nella produzione delle bottiglie per bevande.

Il PET viene indicato con simbolo recante il suo nome all’interno di un cerchio o poligono esagonale, oppure spesso con il simbolo triangolare del riciclo.

 

QUALI SONO LE SUE CARATTERISTICHE ?

 

La plastica PET presenta un'eccellente resistenza chimica e proprietà di barriera, buona solidità, rigidità, resistenza all'usura e all'abrasione.

A temperature elevate il PET è molto sensibile all'umidità Riciclabile al 100 percento, la plastica PET non perde le sue proprietà fondamentali durante il processo di recupero e la si può così trasformare ripetutamente per la realizzazione di nuove bottiglie o altri prodotti.

PVC

Il PVC (Cloruro di Polivinile) è un materiale di origine sintetica.

Rappresenta il terzo prodotto di plastica più diffuso al mondo, dopo il polietilene e il polipropilene.

Si tratta di un materiale presente in moltissimi ambienti domestici e lavorativi sotto varie forme e funzioni, come ad esempio gli infissi, perché molto resistente e affidabile

 

Le applicazioni più rilevanti sono la produzione di tubi per edilizia (per esempio grondaie e tubi per acqua potabile), cavi elettrici, profili per finestra, pavimenti vinilici, pellicola rigida e plastificata per imballi e cartotecnica.

 

QUALI SONO LE SUE CARATTERISTICHE ?

 

Versatile, durevole, resistente al fuoco, alla corrosione e riciclabile al 100%. 

Il PVC si dimostra come un materiale molto ecologico in termini d’impatto ambientale su tutto il suo ciclo di vita, dimostrato in termini di Ger (richiesta di energia) e di Gwp (Global warming potential – emissioni di gas serra).

 

Una recente ricerca indipendente e commissionata da Ecvm (European council of vinyl manufacturers), l’associazione europea dei produttori di materie plastiche, che rappresenta il 100% dei produttori di plastica in Europa, ha fatto emergere un risultato sorprendente: il PVC, nei confronti di altri materiali naturali come il legno e il metallo, risulterebbe come il miglior prodotto in termini di costi–benefici.

Lo studio in questione mostra inoltre che in tre settori importanti delle costruzioni come i serramenti, le pavimentazioni e le tubazioni, il PVC è non solo la soluzione più “efficace” per quanto riguarda i costi d’installazione, ma è anche la migliore scelta per ciclo di vita rispetto agli altri materiali.

 

 

HDPE - LDPE

Il Polietilene ad alta densità (HDPE) è un polimero termoplastico appartenente alla famiglia delle Poliolefine. Viene ottenuto dalla polimerizzazione dell'etilene ed è uno dei polimeri più lavorati ed utilizzati costituendo la frazione più grande di consumo mondiale di polimeri. 

 

QUALI SONO LE SUE CARATTERISICHE ?

 

Le caratteristiche tecniche dipendono fortemente dal suo peso molecolare, dal tasso di cristallinità e dalla distribuzione dei pesi molecolari.

Il Polietilene è impiegato in diverse densità, quella bassa LDPE, media MDPE e alta HDPE.

 

L'LDPE è largamente usato per la fabbricazione di vari contenitori, bottiglie usa-e-getta, flaconi per detersivi, tubazioni, borse di plastica per componenti elettronici e molti strumenti di laboratorio stampati a iniezione.

PS

È una plastica di uso quotidiano utilizzata in molte applicazioni, ad esempio nell'imballaggio alimentare, deriva del petrolio ed è prodotta dalla polimerizzazione del monomero stirene.

La plastica in polistirene standard è trasparente e traslucida con un'alta qualità superficiale.

 

QUALI SONO LE SUE CARATTERISICHE ?

 

Offre un'elevata rigidità, una durezza e una viscosità medie, ma una bassa resistenza agli urti. E' una resina molto economica per unità di peso, è un ottimo isolante elettrico per condensatori, un' ulteriore prerogativa che rende questo materiale molto versatile è la facilità con cui può essere colorato sia con tinte lucide che opache.

PP

Il polipropilene (PP) è uno dei materiali più utilizzati nel mondo delle materie plastiche. Secondo solo al Polietilene.

Appartiene al gruppo delle poliolefine e si ottiene nel processo di polimerizzazione del propene. Grazie alla loro straordinaria durata e durezza, i prodotti in polipropene sono utilizzati in molti settori e industrie.

 

QUALI SONO LE SUE CARATTERISTICHE?

 

Questo materiale è caratterizzato da un elevato carico a rottura, elevata duttilità, bassa densità, ottima resistenza termica e all'abrasione. Inoltre, presenta un basso costo rispetto alle sue proprietà tecniche elevate.

Il Polipropilene offre un'eccellente resistenza all'umidità e una buona resistenza chimica agli acidi, agli alcali e ai solventi. Il PP, tuttavia, non resiste agli idrocarburi aromatici, come ad esempio il benzene, e agli idrocarburi clorurati, ad esempio il tetracloruro di carbonio.